LA REDAZIONE – Eliana Scaccia

NOME: Eliana
COGNOME: Scaccia
DATA DI NASCITA: 25 marzo 1988
LUOGO DI RESIDENZA: Veroli

Ciao Eliana, grazie di far parte di questa meravigliosa Redazione, iniziamo con qualcosa di semplice così per sciogliere un po’ il ghiaccio. Raccontaci: chi sei, da dove vieni e cosa fai nella tua vita “non creativa”?
Ciao a tutte. Innanzitutto, grazie di cuore per questa opportunità. Sono felicissima di rispondere a questa intervista. Mi chiamo Eliana, ho 35 anni e sono nata a Catania, ma vivo a Veroli in provincia di Frosinone da quando avevo quattro anni. Sono laureata in Interpretariato e Traduzione, ma lavoro presso un Fondo Sanitario per gli Artigiani. Amo la musica, fare lunghe passeggiate e rifugiarmi nella natura, girare il mondo e fare il pane con il lievito madre.

Come è iniziata la tua avventura creativa?
Mi è sempre piaciuto creare. Da piccolina amavo disegnare da zero i personaggi che vedevo sul giornalino “Topolino” che mio papà mi comprava tutte le domeniche. Ho capito che la carta era la mia “strada” circa dodici anni fa quando è nata la mia nipotina, creando, per lei, una torta di pannolini. Da quel momento ho scoperto il mondo dello scrapbooking e di tutti i prodotti come i plotter, la Big Shot®, ecc… Ho cominciato a mettere in pratica tutto circa sette anni fa quando, parlando con una mia amica, abbiamo scoperto di avere la stessa passione: lei aveva già creato utilizzando un semplice cutter e io ero informatissima sulle ultime novità. Così abbiamo deciso di creare insieme Adhara_design.

Ora entriamo nel vivo della questione! Siamo curiose di sapere di più sulla tua arte.
Cosa realizzi nello specifico?
Realizzo decorazioni e tutto il necessario per gli eventi: inviti, partecipazioni, tableau, segnatavoli, segnaposti, scatoline porta confetti e tante altre cose. Le creazioni più richieste sono quelle per i compleanni e in particolare cake topper e numeri 3D, soprattutto shaker.

Cosa significa per te creare? Quali emozioni provi mentre crei?
Per me creare è un porto sicuro. Libera la mia mente dai mille pensieri, dalle preoccupazioni e mi riporta al presente, al “qui e ora”; mi fa ricordare che non è importante il risultato ma il processo. La società di oggi e la fretta con cui viviamo le nostre vite ogni giorno purtroppo ce lo hanno fatto dimenticare.

Quanto ritieni sia importante la creatività per la sfera emotiva?
Tantissimo. Proprio come dicevo prima, scaccia le nuvole, calma e rilassa. Non esiste altro in quel momento, solo tu e quello a cui stai dando vita.

Veniamo al sodo… come hai conosciuto CreativamenteCarta?
A dicembre 2020 ho scritto per la rivista un tutorial per creare una pallina di Natale shaker. Qualche mese dopo, in una storia su Instagram, ho notato che la redazione cercava traduttrici ITA-ENG: non ci ho pensato un attimo e ho inviato la mia candidatura.

Cosa ti ha portato a dire di sì a questa collaborazione che ormai dura da qualche anno?
La possibilità di fondere la mia passione con quello che avevo studiato e che avevo messo un po’ da parte. Ricordo che durante una lezione di traduzione assistita la docente ci disse: “Inserite sempre, nel vostro Curriculum, le vostre passioni. Un giorno qualcuno potrebbe aver bisogno di traduttori proprio per quei campi.” Et voilà! Ecco che la docente aveva ragione.
E aggiungo che l’energia e l’entusiasmo che si respirano nella redazione e la collaborazione che si è creata tra di noi mi fa confermare ogni volta quel “Sì!”

Hai consigli da dare alle creative che tentennano e non sanno se partecipare o meno a CreativamenteCarta?
Ragazze, buttatevi. Noi siamo felicissime di ricevere i vostri tutorial o i vostri articoli, anche se a voi possono sembrare “elementari”. Io stessa avevo questa paura e mi dicevo: “ma loro sono bravissime, cosa posso proporre io di così bello e professionale?”
Guardando oggi il mio articolo mi dico che avrei potuto fare di molto meglio, ma lo dico solo perché nel frattempo sono cresciuta e ho imparato tante altre cose. È stata una sfida ed è stata bellissima. Quindi lanciatevi, vedere il vostro articolo pubblicato annullerà tutte le vostre insicurezze e vi renderà orgogliose di voi stesse.

Torniamo a te, cosa vedi nel tuo futuro creativo? Quali sono i tuoi obiettivi per il 2023?
Spero che un giorno la mia passione diventi il mio lavoro. Nel frattempo sto studiando e imparando il più possibile, in modo da rendere i prodotti che offro sempre più accattivanti e pieni di novità.

Svelaci un segreto, anche piccolo, in anteprima per le lettrici di CreativamenteCarta.
Entro fine anno potrei dar vita a un “mini corso” per un evento speciale che si terrà a novembre, partecipando con un progetto realizzato da me e da zero. Sono molto timida e ho sempre la sensazione di non essere mai all’altezza per nuove esperienze e sfide, soprattutto nell’“insegnare” qualcosa in cui altre creative sono molto più brave di me, ma ho deciso di prendere coraggio e di provarci. Ovviamente vi terrò informate!

Grazie Eliana per averci fatto conoscere il tuo bellissimo mondo, non vediamo l’ora di riabbracciarti!

Valentina Paolini per CreativamenteCarta

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *